Cessione del quinto dello stipendio

Postato il

La cessione del quinto dello stipendio è una forma di finanziamento che non richiede una finalità specifica. Non necessariamente rivolto all’acquisto di beni. Esso può durare fino a 10 anni e la restituzione della somma finanziata avviene attraverso la trattenuta della somma prevista dal contratto, effettuata dal datore di lavoro dallo stipendio del lavoratore o dall’INPS e versato all’ente finanziatore.

cessione_delquintoLa cessione del quinto dello stipendio è rivolta ai dipendenti pubblici, pensionati e lavoratori dipendenti di aziende private. Possono richiedere quindi la cessione del quinto anche i dipendenti delle aziende private, ma l’ente finanziatore si riserva la possibilità di valutare le garanzie. Le aziende private sono valutate per il capitale sociale, il numero di dipendenti e soprattutto si guarda se in passato hanno autorizzato altri contratti di cessioni ai propri dipendenti e verificarne la regolarità nei versamenti nel corso del tempo.

La cessione del quinto dello stipendio non può superare in termini di restituzione mensile 1/5 dello stipendio al netto delle ritenute (20% dello stesso).

La cessione può coesistere con altri prestiti aventi simili modalità di rimborso, come, ad esempio, la delegazione di pagamento: in questa eventualità, l’importo massimo erogabile è ulteriormente estendibile e la somma delle rate può raggiungere una quota dello stipendio/pensione pari a 2/5 (cioè il 40%)

L’ente finanziatore erogante deve stipulare una polizza assicurativa per il rischio vita e/o rischio impiego del lavoratore/pensionato che tutela il finanziatore nel caso di morte o di perdita del lavoro; il finanziatore ha il privilegio sul TFR per i dipendenti privati. Il costo delle coperture e degli oneri accessori previsti grava sul lavoratore.
Particolare citazione merita la nostra operatività nei confronti dei pensionati. I nostri sistemi telematici sono abilitati a ottenere dall’Inps la “quota cedibile” del pensionato, evitando allo stesso spostamenti e lungaggini burocratici, dispendio di risorse anche economiche.

Infine, e non meno importante, precisiamo che i nostri tassi di soglia applicati per i pensionati sono i tassi imposti dalla direzione dell’INPS

Contattaci per ulteriori informazioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...