Mese: luglio 2015

Finanziamenti alle Imprese – luglio e agosto andamento lento

Postato il Aggiornato il

I mesi di luglio e agosto rappresentano per il finanziamento alle imprese il periodo che nessuno tra i richiedenti vuole che arrivi o almeno desidera che trascorra velocemente. Come abbiamo letto recentemente da qualche parte, il mese di agosto e buona parte di luglio, rappresenta, nonostante i problemi ravvisabili per tutti, il periodo della programmazione del relax, delle ferie. Insomma il periodo che suggerisce il “bisogna imporselo” di soprassedere a ogni situazione che riguarda il campo economico finanziario. Ovvio, questa necessaria presa di posizione è attuabile da chi vive di reddito fisso, poco che sia.

Non è esattamente così per i lavoratori autonomi, le piccole imprese che già soffrono in ogni periodo dell’anno e che in questo momento desidererebbero assaporare come legittimo che sia un po’ di riposo, un po’ di distrazione. Ahimè, devono scontrarsi con il proprio conto corrente, il proprio fido, il direttore che invita a rientrare dall’extra fido, gli F24, l’Iva, etc etc.

Pertanto le banche col personale al minimo necessario svolgeranno prevalentemente le funzioni giornaliere di cassa. Mentre tutte le richieste di finanziamenti avanzate dalla metà di luglio in poi, saranno prese in considerazione verosimilmente a partire dalla fine di agosto, ma è anche naturale che sia così.

blog agosto

Da parte nostra pur continuando incessantemente a promuovere i finanziamenti attraverso il nostro consorzio fidi, siamo espliciti con commercianti e artigiani che, inviando la richiesta oggi, è come se il calendario si fermasse in ordine al tempo necessario per l’ottenimento del prestito per riprendere nella migliore delle ipotesi, come detto,  alla fine di agosto.

Annunci

Imprese Artigiane – finanziamenti con contributo conto capitale

Postato il

Il mutuo chirografario è un finanziamento a medio termine destinato a imprese e comunque a titolari di partita iva per il quale non è richiesta una garanzia di tipo ipotecario. Il finanziamento prevede, previa istruttoria sul merito creditizio del richiedente da parte del consorzio fidi, il rilascio da parte di quest’ultimo di garanzia alla banca erogante che, dopo avere istruito a sua volta la richiesta, delibera il finanziamento, richiedendo l’apertura di conto corrente presso uno dei suoi sportelli territorialmente vicino all’impresa.

ARTIGIANI

Particolare attenzione è prevista per gli artigiani. La Regione Sicilia prevede infatti che oltre al contributo conto interessi fissato nell’ordine del 60% sul tasso applicato, se l’impresa è artigiana, riconosce un contributo pari al 10% della quota capitale richiesto.

Per ogni ulteriore informazione circa le modalità di richiesta, rimandiamo alla pagina “imprese” e “mutui chirografari”.