Finanziamenti alle Imprese – luglio e agosto andamento lento

Postato il

I mesi di luglio e agosto rappresentano per il finanziamento alle imprese il periodo che nessuno tra i richiedenti vuole che arrivi o almeno desidererebbe che trascorra velocemente. Come abbiamo letto recentemente da qualche parte, il mese di agosto e buona parte di luglio, rappresenta, nonostante i problemi ravvisabili per tutti, il periodo della programmazione del relax, delle ferie. Insomma il periodo che suggerisce il “bisogna imporselo” di soprassedere a ogni situazione che riguarda il campo economico finanziario. Ovvio, questa necessaria presa di posizione è attuabile da chi vive di reddito fisso, poco che sia.

Non è esattamente così per i lavoratori autonomi, le piccole imprese che già soffrono in ogni periodo dell’anno e che in questo momento desidererebbero assaporare come legittimo che sia un po’ di riposo, un po’ di distrazione. Ahimè, devono scontrarsi con il proprio conto corrente, il proprio fido, il direttore che invita a rientrare dall’extra fido, gli F24, l’Iva, etc etc.

blog agosto

Pertanto le banche col personale al minimo necessario svolgeranno prevalentemente le funzioni essenziali giornaliere di sportello. Mentre tutte le richieste di finanziamenti avanzate dalla metà di luglio in poi, saranno prese in considerazione verosimilmente a partire dalla fine di agosto, ma è anche naturale che sia così.

Da parte nostra pur continuando incessantemente a promuovere i finanziamenti attraverso il nostro consorzio fidi, siamo espliciti con commercianti e artigiani che, inviando la richiesta oggi, è come se il calendario si fermasse in ordine al tempo necessario per l’ottenimento del prestito per riprendere nella migliore delle ipotesi, come detto,  alla fine di agosto.

MICROCREDITO e START-UP

Postato il

Microcredito è un prodotto finanziario a tasso agevolato destinato ad aziende individuali, società di persone e s.r.l., di nuova apertura o costituite da non oltre 3 anni, per sostenere investimenti necessari per l’acquisto di beni e servizi nell’ambito dell’attività stessa. Il finanziamento è garantito fino all’80% dal Fondo di Garanzia per le PMI previsto dalla Legge 662/96.

Microcredito

L’importo massimo erogabile è di 25 mila euro. Successivamente alla delibera, apertura di conto corrente presso l’Istituto bancario erogante e restituzione del finanziamento fino ad un massimo di 7 anni attraverso addebito di rate mensili.

MUTUO CASA GIOVANI

Postato il Aggiornato il

MUTUO GIOVANI

È un finanziamento a lungo termine per giovani di età massima 35 anni per l’acquisto di immobile residenziale prima casa.

Può essere sia a tasso fisso sia variabile. Il tasso prescelto determina la durata dell’ammortamento: fino a 20 anni con il tasso fisso e fino a 30 anni con il tasso variabile.

mutuo giovani

E’ possibile finanziare fino al 100% del valore dell’immobile con l’intervento del Fondo di garanzia per la prima casa. In questo caso il valore massimo finanziabile è di 250 mila euro.

E’ necessario produrre documenti di reddito personali, documentazione sull’immobile da acquistare (vai alla pagina “mutui famiglia”).

Successivamente all’approvazione, stipula del contratto attraverso rogito notarile e iscrizione di garanzia ipotecaria di primo grado. I pagamenti avverranno attraverso apertura di conto corrente presso la banca erogante con addebito di rate mensili.

Finanziamenti imprese – difficoltà e accesso al credito

Postato il Aggiornato il

La difficoltà economica delle PMI, oltre che per motivi contingenti dettati dal calo delle vendite, i costi eccessivi, la guerra dei prezzi tra competitors, a volte è dettata dalla difficoltà a ottenere dagli istituti di credito finanziamenti per maggiore liquidità per approvvigionamento di scorte di maggior peso sul piano della scontistica e non ultimo comprare il denaro a tassi sostenibili.

Le banche sono aziende di reddito e riconoscere una linea di credito è legittimamente condivisibile solo dopo avere verificato la solvibilità dell’impresa.

Premesso quanto sopra e che la propria storia creditizia  permette il principio di ammissibilità al credito. Il commerciante o artigiano deve percepire se un sostegno finanziario può essere la soluzione per avviare, mantenere o fare decollare la propria attività per acquisto di scorte più consistenti o pagamenti a vista, e che in entrambi i casi ottenere sconti utili per ottimizzare i prezzi di vendita ed essere più competitivo nel mercato. Oppure, acquistare nuovi impianti che ottimizzano tempi e costi di lavorazione o per la messa in mercato di prodotti innovativi che consolidano o accrescono il proprio brand e posizione nel mercato di riferimento.

finanziamenti imprese grandeRivolgersi ad un consorzio fidi come il nostro può essere la soluzione. Il consorzio verificate preliminarmente le condizioni di accesso al credito. In comunione con il commerciante o artigiano, presenta all’istituto di credito il progetto di finanziamento di quest’ultimo, dando la propria disponibilità a garantire il 50% del rischio insolvenza. Grazie all’accordo in essere tra il consorzio e l’istituto di credito si otterrà molto più facilmente il finanziamento e a condizioni di assoluto favore, grazie anche all’intervento della Regione Sicilia. Il finanziamento prevederà un tasso di interesse che si assesta a circa il 2%.

Antonio Liga